L'Hotel Polo Nautico è situato direttamente sul mare a pochi passi dal centro di Salerno e a metà strada dalle più belle attrazioni della Campania, è il posto ideale dove poter trascorrere un soggiorno rilassante e per pianificare un tour che abbracci tutte le località della provincia: a due passi dalla Costiera Amalfitana (con le sue bellezze di Amalfi, Ravello e Positano).
Da Salerno in mezz'ora si raggiungono siti archeologici di Pompei e di Paestum , in circa un'ora da Napoli, Sorrento e l'inizio del Parco nazionale del Cilento, che comprende le belle località balneari di Acciaroli, Palinuro e Marina di Camerota.

Offriamo ai nostri clienti diverse soluzioni di viaggio :
• Auto di lusso con conducente per accompagnarvi in tutte le escursioni e disponibile a qualsiasi sosta;
• Escursioni in barca per ammirare le bellezze paesaggiestiche della costa, godere di un bagno nelle acque cristalline e sosta nelle rinomate località turistiche.

Cosa visitare:
Salerno
Salerno è una città di notevole importanza storica e culturale , tra le colline e mare affacciando sullo splendido scenario della Costiera Amalfitana.
Antica sede della Scuola Medica Salernitana , e ricca di storia medievale, dove è possibile visitare il Duomo, uno dei maggiori monumenti del Medioevo nell'Italia Meridionale, il Museo Archeologico provinciale, la Pinacoteca provinciale di Salerno, la chiesa di San Giorgio e quella della Madonna delle Grazie.
Nella città moderna è interessante la passeggiata sul lungomare, tra i più lunghi d'Italia, con vista sul golfo salernitano.
1 salerno
   
Costiera Amalfitana
La costiera amalfitana è il tratto di costa campana, lungo trentasette chilometri, conosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica.
Si affaccia sul Golfo di Salerno, nel versante sud della penisola sorrentina ed è delimitata, a ovest, da Positano e a est da Vietri sul Mare.
È un ambiente tra i più famosi e incantevoli d'Italia per la spettacolarità del paesaggio e le caratteristiche del patrimonio artistico. È possibile visitare la costiera e i suoi insediamenti via mare o in auto.
2 amalfi
Amalfi
Quasi al centro della Costiera cui dà il nome, è una delle più famose località turistiche della nazione per la bellezza del paesaggio, le memorie storico-artistiche, la singolarità delle architetture e la mitezza del clima; la più antica repubblica marinara d'Italia, scagliona le case bianche in pittoresco disordine a gradinate sul pendio e si presenta, per questo, molto scenografica. Suggeriamo una visita al Duomo, il monumento più importante di tutta la costiera, che domina da un'alta e ripida scalinata l'omonima e pittoresca piazza.
 
Vietri sul Mare
E' all'inizio della Costiera Amalfitana.
Oggi è un frequentato centro balneare, famoso soprattutto per la produzione di ceramiche artistiche e da rivestimento.
Da Vietri si raggiunge Dragonea da dove un sentiero scende fino alle grotte d S. Cesareo, profonde erosioni nelle quali ci sono avanzi di una chiesa eretta davanti allo speco abitato del santo.
3 vietri
Cetara
Antico e caratteristico centro già di marinai e pescatori disposto sui fianchi di una ripida valletta che è coltivata ad agrumi e che sbocca in un breve seno marino dove in epoca romana erano impiantate le cetarie per l'allevamento e la lavorazione del pesce. La chiesa di S. Pietro conserva il campanile medievale duecentesco.
4 cetara
Maiori
Situato allo sbocco della valle di Tramonti, è a metà strada tra Amalfi e Salerno. Maiori è, tra l'altro, noto per la "festa patronale di Santa Maria a Mare", che si celebra il giorno di Ferragosto.
La protettrice viene festeggiata anche la terza domenica di novembre.
Le processioni di novembre e di Ferragosto si concludono sempre con la cosiddetta "corsa della Madonna": la statua della Vergine viene portata di corsa lungo i 127 gradini della scalinata che separa la piazza D'Amato dalla Collegiata.
5 maiori
Minori
Centro balneare e di soggiorno con un porticciolo affacciato a una spiaggia sabbiosa, che si dispone allo sbocco della valle del Reginuolo.
Rasentati il lido e il porticciolo, in una piazzetta s'incontra l'antica Cattedrale, la Basilica di S. Trofimena, sorta nel sec. XI-XII, con ampia facciata a tre portali.
6 minori
Positano
Antico borgo marinaro, oggi Positano è una delle più frequentate ed eleganti località di soggiorno e balneari della Costiera Amalfitana.
In posizione eccezionalmente pittoresca, al centro del golfo, si scagliona a terrazze sulle ripide pendici dei monti Comune e Sant'Angelo a Tre pizzi. Giardini, agrumeti e palmizi introducono una nota di verde tra il bianco delle case.
La cittadina ha anche un'anima mondana, legata alla Moda Positano, un'attrazione per i numerosi turisti che affollano i vicoli e le boutiques del paese ogni estate.
7 positano
Ravello
Questa incantevole e tranquilla cittadina, luogo di soggiorno tra i più famosi della Costiera Amalfitana, è adagiata sul contrafforte proteso verso il mare che divide le valli dei torrenti Dragone e Reginna, e affaccia su un panorama di fantastica bellezza. Nella piazza del Vescovado, su un alto podio si erge il Duomo dedicato a S. Pantaleone, fondato dal primo vescovo di Ravello.
Sulla destra del Duomo, una torre quadrata segna l 'ingresso a Villa Rufolo la cui struttura rappresenta l'influenza islamica diffusa nei centri della Costiera.
Oltre Santa Chiara, una scalinata conduce a Villa Cimbrone che comprende un giardino e un edificio sistemato nei primi decenni del sec. XX .
8 ravello
Cilento
Col nome Cilento viene indicata la subregione montuosa che si protende come una penisola tra i golfi di Salerno e Policastro.
L'attrattiva maggiore è costituita dalla zona costiera che è un susseguirsi di promontori rocciosi, piccole baie e insenature, porticcioli e deliziose spiaggette sabbiose.
 
Paestum
E' uno dei più importanti centri archeologici d'italia, situato presso la costa sud-orientale del golfo di Salerno.
I suoi templi dorici suscitano nel visitatore una profonda impressione di grandezza che varia col variare della luce.
Le rovine consistono essenzialmente nelle mura, in quattro templi conservati e altri minori, nell' Anfiteatro, nella via Sacra e in altri resti. La visita all'area archeologica è fonte di emozioni indimenticabili e comprende i monumenti entro il recinto degli scavi, il Museo e il giro, almeno parziale, delle mura.
Suggeriamo una gita alla Torre di Paestum e al santuario di Hera, sul Sele. Gli ingressi agli scavi sono tre: il principale è lungo la vecchia statale, di fronte al tempio di Nettuno, il secondo dall'antica Porta della Giustizia, nel lato meridionale delle mura; il terzo è vicino al Museo. I tre grandiosi templi dorici che dominano le rovine e hanno reso celebre Paestum sono la Basilica, il tempio di Nettuno e il tempio di Cerere.
9 paestum
Palinuro
Centro peschereccio e balneare molto frequentato, con approdo turistico, notevoli attrezzature ricettive e sportive, Palinuro è situato tra gli ulivi in una pittoresca insenatura alla base dell'omonimo promontorio.
L'intera costa del promontorio è perforata da numerose grotte quasi tutte accessibili soltanto dal mare. Prima della punta del promontorio, in una piccola rientranza, è la Grotta Azzurra , con stalattiti e una bellissima colorazione azzurra, specialmente verso il mezzogiorno e al tramonto.
10 palinuro
Castellabate
Paese sorto intorno a un castello eretto nel 1120-21 per la difesa contro i pirati, Castellabate è stato dichiarato, nel 1998, patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO.
Il mare e la costa sono sotto tutela biologica marina per preservarne il patrimonio naturale e ambientale, rappresentando uno dei primi esempi di "parco marino" in Italia
. ll sistema difensivo di Castellabate comprendeva diverse torri costiere, innalzate per avvistare le imbarcazioni saracene che si avvicinavano alla costa con l'intento di depredarla o conquistarla.
Quella meglio conservata è la torre normanno-aragonese della "Pagliarola" o "Perrotti".
11 castellabate
Sorrento
La cittadina è adagiata su un'ampia terrazza tufacea a picco sul mare e al centro del versante settentrionale della Penisola Sorrentina. Piazza Tasso costituisce il centro di Sorrento e si apre al limite del nucleo storico.
La ornano la statua del patrono S. Antonio e il monumento a Torquato Tasso.
Salendo, a sinistra del corso, si trovano i più antichi palazzi della cittadina, il Palazzo Verniero e l'ex Palazzo Correale che dominano Via Pietà, dove si erge il Duomo riedificato nel secolo XV. La Piazzetta Padre Reginaldo Giuliani è caratterizzata dall'elegante edificio del Sedile Dominova, costruito nel secolo XV.
Più avanti, superato il civico 61 di via S Cesareo, sulla destra, di incontrano i resti dell'altro Sedile, quello di Porta .
Antistante alla chiesa di S. Maria delle Grazie si trova la Villa Comunale, un parco caratterizzato da lecci, palme e pini.
La bellezza della villa è accresciuta dalla scelta del sito che termina con una terrazza-belvedere a picco sul mare e con uno splendido panorama sul Golfo di Napoli. Dalla villa, una stradicciola porta alla sottostante Marina Piccola dotata di numerosi stabilimenti Balneari.
L'intero tratto di costa che va dal promontorio del capo di Sorrento fino alla Marina di Seiano è di grande interesse paesaggistico, per questo suggeriamo escursioni in barca che vi permetteranno di ammirane la bellezza delle erosioni del banco tufaceo.
12 sorrento
Pompei
Pompei è in assoluto il sito archeologico più suggestivo della penisola, situato ai piedi del Vesuvio e alla foce del fiume Sarno. Nel 79 d.c. fu sepolta da un'eruzione del Vesuvio e per oltre 1500 anni restò sotto cumuli di cenere .
I suoi scavi, rinvenuti tra Otto e Novecento, oggi costituiscono la sua principale attrazione, rendendola famosa in tutto il mondo per la sua ricchezza archeologica.
Altro luogo di interesse è il Santuario maggiore della Beata Vergine del Santo Rosario, oggi meta di pellegrinaggi religiosi; in particolare, l'8 Maggio e la prima domenica di Ottobre, per assistere alla pratica devozionale della Supplica della Madonna di Pompei.
13 pompei
Ercolano
La moderna città di Ercolano sorge alle pendici sud ovest del Vesuvio.
Distrutta dall'eruzione del 79 d.C., oggi deve la sua celebrità agli scavi archeologici visitati, ogni anno, da milioni di turisti e dal 1997 sono entrati a far parte della lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, insieme alle rovine di Pompei e Oplonti. La sua area archeologica, divisa in Insulae, consta di numerose case decorate in modo raffinato e sfarzoso .
Suggeriamo di visitare la Casa del Genio, la casa dell'Albergo, la casa d'Argo, la casa d'Aristide, la casa dell'Atrio a Mosaico.
Sono rinomati la Villa dei Papiri, gli edifici ludici come le Terme Suburbane, il Teatro di Ercolano, la Palestra e gli edifici religiosi.
14 ercolano
Napoli
E' una metropoli mediterranea, ricca di una storia bimillenaria, che presenta validi motivi per una visita: storico-artistici, urbanistico-architettonici, culturale, paesaggistico-ambientale e socio-antropologici. Il centro della città è formato dalle tre piazze contigue del Municipio, Trieste e Trento e del Plebiscito. In quest'area, oltre al Castel Nuovo, particolare rilievo hanno i monumenti, come il Palazzo Reale, il teatro S. Carlo, la chiesa di S. Francesco di Paola.
All'estremità settentrionale della via si apre piazza Dante. Sul lato occidentale di via Toledo, è la fitta trama viaria dei popolari Quartieri spagnoli che presentano una serie di piccole ma interessanti chiese.
Il centro storico è attraversato da un percorso detto Spaccanapoli perché dall'alto della Certosa e del Castel S. Elmo sembra dividere la città in due parti pressoché uguali. E' una ininterrotta sequenza di piazze, guglie, palazzi e chiese importanti; tra queste ultime, suggeriamo una visita al complesso monumentale di S. Chiara, uno dei più insigni monumenti della città eretto nel 1310.
Cuore della Napoli artigiana e una tra le più celebri strade del centro storico per il mercato di statue ed elementi per il presepe che vi si svolge in novembre e dicembre.
Lungo il lato est della via omonima, sorge il Duomo dedicato all'Assunta , sulla cui navata destra è possibile accedere alla Real Cappella del Tesoro di San Gennaro, patrono della città. Esteso nella parte più alta della città, il Vomero è il quartiere residenziale sorto su una collina, famosa per il suo panorama sulla città e sede dei musei Castel Sant'Elmo e Certosa di S. Martino.
Meritano una visita anche il Museo di Capodimonte, l'Orto Botanico, il Museo Archeologico Nazionale e il quartiere Posillipo in posizione più elevata con caratteristiche vedute sul golfo di Napoli e sul Vesuvio.
15 napoli
Isole
Il golfo di Napoli è impreziosito dalla presenza di tre splendide isole: Capri, Ischia e Procida, celebri in tutto il mondo per le proprie bellezze, i panorami suggestivi e le caratteristiche naturalistiche e culturali uniche al mondo.
Le tre isole principali sono ben collegate alle città costiere, grazie ai trasporti marittimi che effettuano numerose corse durante tutto l'arco della giornata.

• Capri: è situata di fronte alla penisola sorrentina. Caratterizzata dai celebri Faraglioni Capri è l'isola mediterranea che ha visto nel tempo transitare intellettuali, artisti e scrittori, tutti rapiti dalla sua magica bellezza. I posti da visitare assolutamente sono: la Grotta Azzurra e Villa San Michele.

• Ischia: Posta all'estremità settentrionale del golfo di Napoli e a poca distanza dalle isole di Procida e Vivara, è ogni anno meta di tanti turisti provenienti da tutto il mondo, assetati di Mare e di Sole che cercano su questa splendida Isola svago e riposo. Passare le vacanze a Ischia significa approfitttare delle sue tante opportunità.
Non solo il mare. L'isola d'Ischia è ricca di bellissimi itinerari turistici da vedere. Consigliamo di visitare Il Castello Aragonese e le terme naturali.

• Procida: è indubbiamente la meno conosciuta tra le isole del Golfo di Napoli, ma coloro che la visitano si innamorano di essa, perché l'isola ha una sua vera identità, unica e completa, e mantiene una sua magnifica originalità. Nel cuore di Procida vi è la Terra Murata, una cittadella che si trova sulla punta nord-orientale dell'Isola. Si trova in una posizione sopraelevata, che però premia il visitatore con le magnifiche viste sulle case colorate della Corricella. Consigliamo inoltre di visitare l'Abbazia di S.Michele Arcangelo e il Castello d'Avalos.
16 isole

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information